HOME  
   NEWS  
   QUOTAZIONI  

Cala l'importo medio dei mutui

Negli ultimi due anni, gli importi di prestiti e mutui sembrano essersi notevolmente ridotti. La cifra che mediamente le famiglie hanno richiesto agli istituti di credito nel 2014, per l'acquisto di una prima casa, si aggira intorno ai 127.000 euro, il 10% in meno rispetto ai dati relativi all'anno 2013. Si parla di cifre inferiori ai 100.000 euro, addirittura, nel Sud d'Italia e nelle Isole, dove il numero dei mutui concessi precipita di giorno in giorno.

Da quando è iniziato il 2015, infatti, secondo una ricerca condotta dalla società creditizia Crif, ottenere un mutuo è ancor più difficile di prima. Le concessioni si sono ridotte del 5%, ragion per cui molte pratiche vengono bocciate ad una prima analisi. E' più semplice ottenere un prestito personale, invece, anche se gli importi hanno subito un calo analogo a quello registrato sul fronte dei mutui. Difficile che superino gli 11.000 euro, mentre quelli finalizzati salgono, a gran sorpresa, a quota 4000.

C'è una ragione ben precisa, se molti italiani preferiscono richiedere un finanziamento anziché optare per un mutuo. Giorgio Costantino, responsabile management consulting della società creditizia Crif, sostiene infatti che questa scelta sia dovuta al fatto che le famiglie agiscono con cautela, tutelando il reddito ed evitando di scegliere soluzioni finanziarie che possano compromettere la loro già delicata situazione economica.
Questa notizia è stata letta 621 volte
Bookmark and Share
Finanziamenti on line non è collegato ad alcuna finanziaria sul sito ed non eroga finanziamenti o servizi simili. Il sito offre un semplice servizio gratuito di consultazione
 Informativa sulla privacy - cookiee-media snc p.iva 01883190561