HOME  
   NEWS  
   QUOTAZIONI  

Esportazioni vino in crescita, nel 2013 5 miliardi di euro

È notizia dell’ultima ora che mentre i consumi in Italia sono in netto calo, l’export del vino va invece alla grande, superando, nel 2013 i 5 miliardi di euro con un aumento del 7% rispetto al 2012. L’incremento è stato significativo e ha confermato che l’industria alimentare italiana ha un ruolo di protagonista per le esportazioni che raggiungono quasi il 50%. Inoltre l’Italia è seconda al mondo nel ranking dei produttori.

Contemporaneamente l’Italia è al primo posto tra gli esportatori del vino in termini di volume, nonostante un leggero calo del vino venduto all'estero l’anno scorso, che ha superato comunque i venti milioni di ettolitri. Analizzando i dati dell'Ismea si riscontra che ci sono state differenze tra le varie tipologie di vino. Le Igp sono di poco sotto il livello del 2012, ma con un aumento in valore pari al 7%. Le Dop, ossia le Doc e le Docg, si attestano a 4,7 milioni di ettolitri, con una flessione del volume pari al 3% e un aumento di +5% del valore. I vini comuni hanno sofferto di più in termini di volume, perdendo il 14% con 5,3 milioni di ettolitri, ma con un aumento di valore del 7%.

Poiché è molto importante l’andamento del mercato italiano se si vuole aggredire il mercato internazionale, possiamo dire che il settore vinicolo è in grande apprensione per l’aumento delle contraffazioni di vini italiani all'estero. Esempi eclatanti, secondo la Coldiretti, sono il Chianti falso americano e il Kressecco o anche il Meer-Secco in Germania i quali imitano il nostro prosecco.
Questa notizia è stata letta 1227 volte
Bookmark and Share
Finanziamenti on line non è collegato ad alcuna finanziaria sul sito ed non eroga finanziamenti o servizi simili. Il sito offre un semplice servizio gratuito di consultazione
 Informativa sulla privacy - cookiee-media snc p.iva 01883190561