HOME  
   NEWS  
   QUOTAZIONI  

Assicurazioni sul 730, quali si possono scaricare?

La compilazione del 730 relativo alla dichiarazione dei redditi del 2015 prevede anche la presentazione di tutte le spese detraibili da scaricare così da poter ridurre l'importo delle tasse da pagare.

Tuttavia bisogna tenere a mente che anche all'interno delle spese deducibili più frequenti si hanno detrazioni diverse e novità: un esempio è rappresentato dalle assicurazioni. Infatti non tutte le polizze possono essere detratte e anche le modalità variano in base al contratto.

Un fattore molto importante è rappresentato dalla data di sottoscrizione o di rinnovo del contratto perché molte assicurazioni danno diritto alla detrazione in base al momento della firma. In particolare le assicurazioni stipulate entro il 31 dicembre 2000 e che hanno una durata minima di 5 anni prevedono di poter detrarre il 19% dei versamenti in caso si soddisfino alcuni requisiti: molto importante è che tra le clausole del contratto non sia previsto di erogare sotto forma di anticipo prestiti sugli importi già versati. Invece dal 1° gennaio 2001 le polizze assicurative possono essere detratte solo se le clausole prevedono il caso di morte dell'assicurato, la sua non autosufficienza generica (condizione che non gli permette di svolgere gli atti più comuni della vita quotidiana) e, qualunque ne sia l'evento determinante, l'invalidità permanente con una percentuale superiore al 5%. In ogni caso non risulta vincolante la tipologia di polizza perché si può scaricare anche l'assicurazione contro gli infortuni facente parte dell'RC Auto. Per quest'anno si possono scaricare le spese assicurative fino a un massimo di 530 euro: ciò vale per le polizze sulla vita al cui interno è previsto il rischio morte.

La detrazione è possibile anche per i contratti i cui titolari sono soggetti a carico fiscale di chi presenta la dichiarazione dei redditi. Invece le assicurazioni che coprono il rischio invalidità consentono di scaricare fino a 1.291,14 euro; lo stesso tetto massimo è previsto nel caso in cui il contribuente abbia stilato polizze di entrambe le fattispecie e tutte in corso. Tra le novità per il 2016 vi è il fatto che con l'RC Auto non si può più scaricare la spesa per il Servizio Sanitario Nazionale. Dato che si ha diritto alla detrazione solo in base al pagamento, si possono scaricare solo quietanze e rate versate nel 2015.
Questa notizia è stata letta 613 volte
Bookmark and Share
Finanziamenti on line non è collegato ad alcuna finanziaria sul sito ed non eroga finanziamenti o servizi simili. Il sito offre un semplice servizio gratuito di consultazione
 Informativa sulla privacy - cookiee-media snc p.iva 01883190561